Vitigno

Nebbiolo 100%

Vigneti

Si tratta di vigneti di media e alta collina (300-350m slm) con esposizione est e sud-est, impiantati su terreni di origine miocenico–elveziana caratteristicamente ricchi di calcare e marne, situati nei Comuni di Serralunga d’Alba e di Diano d’Alba.

Produzione massima

52 hl per ettaro.

Vinificazione

La fermentazione è di tipo tradizionale, effettuata in serbatoi di acciaio inox a cappello galleggiante, con durata media di 8-12 giorni a temperatura controllata (30-31°C) con frequenti rimontaggi. Segue una permanenza del mosto sulle bucce per qualche giorno per ottimizzare la fase di estrazione delle sostanze polifenoliche e per favorire l’avvio della successiva fermentazione malolattica.

Affinamento

Almeno due anni vengono trascorsi nelle grandi botti di rovere (di Slavonia e della Francia centrale). Segue poi l’imbottigliamento in bottiglia albeisa da 75 cl e un affinamento che non è mai inferiore ai 6 mesi.

Conservabilità

Per questo Barolo il momento ottimale si raggiunge dopo 4-6 anni dalla vendemmia, ma varia poi, anche sensibilmente in funzione delle caratteristiche delle diverse annate.

Caratteristiche organolettiche

Il frutto del lungo affinamento, grazie soprattutto alle doti naturali di questo prodotto, si sostanzia in un vino ricco di struttura, pieno e robusto, in grado di resistere bene negli anni. Nel calice, il Barolo è vino affascinante sin dal colore, rosso rubino con riflessi granata che, col tempo, si fanno aranciati. Il profumo è netto e intenso, ampio, con sentori tipicamente di fiori appassiti, spezie, foglie secche e sottobosco. Il sapore è caldo, morbido, pieno, vellutato e armonico, lungamente persistente.

Gradazione alcoolica media

14% vol.

Temperatura di servizio consigliata

18°C.

Abbinamenti consigliati

Ideale l’accostamento a piatti di carni rosse, più o meno importanti a seconda del vino e dell’annata, e a formaggi di media o lunga stagionatura, ma questo Barolo può piacevolmente anche accompagnare l’amichevole conversare di fine pasto.